60 KM TRA.IL CASTELLO E LE VILLE: se non corri non puoi capire.

08/10/2016

Sabato ho preso parte a questa bellissima gara organizzata in maniera eccellente   da Stefano Gemo  ed il suo gruppo podistico di Monselice  (PD). Il Via alle 9.00 precise, obiettivo terminare i durissimi 60km entro le 7 ore. All'interno dello zainetto avevo portato con me anche la Go Pro  convinto che prima o poi mi  sarei fermato ed avrei iniziato a riprendere il meraviglioso panorama che i miei amati colli Eugaenei sanno regalare, e  riprendere pure anche   qualche mio passaggio,   perchè adoro rivivere anche da casa certe emozioni.  La gara dello Zucca si rivela invece   un continuo alternarsi di soste e chiaccherate ai ristori,  "prove di  velocità"  nei tratti che mi permettevano di spingere,  lunghe e rilassanti "camminate" nelle impegnative discese tecniche (mi sono scordato di avvisarvi che  sono un noto fifone super scarso in discesa   nel mondo trail). La forma è ottima, mi diverto, al 35° km una mtb spunta  all'improvviso e si schianta contro la mia povera gamba destra, cado, mani e ginocchia sbucciate, mando a qual paese il ragazzo  che  sembra però  mortificato, nessun problema grave, stretta di mano, amici come prima e arrivederci. La fatica è tanta, il percorso è molto impegnativo  ma non vivo un solo attimo di crisi, andiamo (io e la mia Zucca..) sempre meglio, siamo sempre più carichi, un signore mi avivsa che sono nei primi 5, faccio girare a mille il motore e sfrutto gli ultimi 12 km di relativa pianura per andare in progressione e posizionarmi 2° assoluto, tempo finale 5h54:  non male considerando i 2400 metri di dislivello!

Una gara che consiglio a tutti, per i meno preparati (ma  anche per i  meno "portati" per il  trail) esiste  la possibilità anche d'iscriversi alla maratonina (22km)  oppure alla staffetta (30km+30km), troverete uno staff che vuole migliorare anche dove tutto sembrava perfetto, insomma  un evento a mio avviso  destinato a diventare uno dei più importanti e partecipati  dell'intero   panorama nazionale.

Non sono un fenomeno  e non sono un eroe,  nessuno mi ha obbligato a scegliere determinate sfide, ho solo terminato in maniera positiva una gara ed ho tagliato lo stesso traguardo che ha tagliato l'ultimo arrivato,  però ci tenevo davvero molto  a condividere questa meravigliosa avventura insieme a voi.

Sono lo stesso runner che tra 1 settimana magari  si fermerà anche dopo 20 metri se avvertirà sensazioni negative (o qualche dolorino..), sono le stesso runner che ha vinto tante sfide  ma  che ha anche perso tantissime battaglie,  ma io  amo giocare..ed il running è un gioco meraviglioso.

Avanti tutta Zucca.