Un weekend senza gare, ma colmo d' amore!

24/04/2016

Domenica 24 aprile dovevo partecipare  in veste d' inviato Icarus all'Ecomaratona del Collio per raccontare questa meravigliosa  gara  abbinando due mie  meravigliose passioni, ovvero la corsa ed il vino (sono un discreto runner ma sopratutto sono un buon sommelier diplomato AIS), il lunedi poi dovevo presenziare ad una gara locale inserendo un lungo per portare a termine la preparazione. Purtroppo mio figlio Enea da venerdi sera è stato colpito da una forte forma  influenzenzale che gli ha causato febbre molto  alta, non ci ho pensato un secondo ed ho annullato tutto quello che avevo programmato avvisando e scusandomi con tutti gli organizzatori.  Ritengo che  un papà/marito che corre per passione, in situzioni come queste , non deve "cercare  di fare il possibile" per rimanere a casa..deve rimanere a casa e basta (!!).

Nonostante tutto ho vissuto questi tre giorni correndo poco (totale di 60km nell'arco dell'intero weekend "lungo") ma portando a termine una gara straordinaria, ovvero aiutare mio figlio a stare meglio anche se si trattava di febbre e  nulla di preoccupante. Da ieri sta molto BENE e vi posso garantire che vederlo di nuovo in super forma mi fa sentire completo, mi fa sentire un vero uomo, mi fa sentire quello che ho sempre desiderato essere, ovvero un meraviglioso papà e marito innamorato della propria famiglia. 

La corsa ti può cambiare la vita,  ma a volte fermarsi e non perdersi dei passaggi  fondamentali è la cosa più bella e sansata   del mondo!

Buone corsea tutti!